Impressioniste: la storia delle donne ribelli

“Non credo che sia mai esistito un uomo che abbia trattato una donna come un suo pari e questo è tutto ciò che avrei chiesto – io so di valere quanto loro”

Berthe Morisot.

A quei tempi un uomo che valorizzava una donna era un grande paradosso. Ma come racconta la storica dell’arte Martina Corganti, che nel suo nuovo saggio “Nomos” dove dice che le pittrici dovettero affrontare più ostacoli che i pittori. Per spiegare la loro grande forza in quel periodo, la scrittrice ha scelto quattro donne significative nel : Berthe Morisot, Eva Gonzalès, Marie Bracquemond e Mary Cassatt che erano proprio del periodo impressionista anche se ognuna di loro aveva stili diversi.

  • Berthe Morisot è stata tra le impressioniste più innovative e con maggior talento.
  • Marie Bracquemond ebbe una vita matrimoniale piena di difficoltà e di rifiuti da parte del marito il quale non comprendeva ed apprezzare la sua arte.
  • Eva Gonzales era una llieva del grande pittore Edouard Manet, il quale la sostenne ed aiutò nel suo percorso
  • Mary Cassatt invece era considerata il vero volto femminile, la paladina delle donne per il suo talento artistico

Ecco a voi alcune delle opere che le hanno fatte diventare importanti:

Fonte: Amica.it

About Sara Benvenuti

Giovane cameraman e assistente alla regia

Check Also

Pompei, rinvenuto un giardino segreto incantato

Ecco finalmente tornato alla luce l’ultimo tesoro sepolto di Pompei. Un piccolo, straordinario, giardino incantato …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Facebook
Twitter
Instagram
Google+
RSS