Rinvenuto il teatro greco della antica città di Halaesa, in Sicilia

L’annuncio è avvenuto tramite Facebook: un gruppo di archeologi francesi ha creduto per molto tempo di poter trovare il famoso teatro rinvenuto finalmente a Tusa, provincia di Messina che ospitava l’antica città siculo-greca di Alesa Arconidea.

La scoperta è avvenuta dopo un anno di lavoro e attraverso l’utilizzo di strumenti tecnologici all’avanguardia, che hanno aiutato il team di archeologi a rinvenire i resti del teatro.

Sono tornati alla luce una seduta della cavea e un muro che delimitava il piano dell’orchestra: l’archeologo Sebastiano Tusa e assessore regionale ai Beni culturali ha visitato gli scavi e ammette di non avere alcun dubbio che si tratti del ricercato teatro della città.

I lavori però dovranno continuare ancora a lungo, e ciò si spera avverrà con la collaborazione delle università francesi e inglesi, entrambe sotto il patrocinio della Soprintendenza di Messina, del museo delle tradizioni silvo-pastorali di Mistretta, nel Messinese e insieme al Dipartimento di civiltà antiche e moderne dell’Università di Messina, al Cnr Ibam di Catania e al Comune di Tusa.

Tutti gli sforzi economici e lavorativi sono stati ripagati e l’entusiasmo è tanto. Ciò sottolinea anche l’importanza storica della città “sentinella”, costruita su una collina e circondata da mura. Persino Cicerone nelle sue Verrine parla del valore strategico della città conquistata dai romani, ricca di risorse e prestigio.

Scoperte come queste cambiano la storia di un luogo, lo trasformano e lo rivelano: il lavoro degli archeologi è stato faticoso e lo sarà ancora di più, ma è grazie a loro che la storia torna finalmente in luce.

Fonte: Corriere.it

 

About Ilaria Marcoccia

Giovane scrittrice, futura editor, giornalista per passione e curiosità. Sempre a caccia di una storia che valga la pena di essere raccontata

Check Also

Pompei, rinvenuto un giardino segreto incantato

Ecco finalmente tornato alla luce l’ultimo tesoro sepolto di Pompei. Un piccolo, straordinario, giardino incantato …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Facebook
Twitter
Instagram
Google+
RSS