Alitalia: il governo la vuole portare al 51%

Luigi di Maio vuole sostenere e assicurare un futuro all’azienda Alitalia e migliorare le prestazioni e i bisogni dei lavoratori di questo gruppo. Poi parla il ministro delle infrastrutture Danilo Toninelli dicendo che “il futuro migliore per l’azienda Alitalia e fondamentale, è l’italianità e la vuole far tornare una compagnia di bandiera al 51%”. Già in campagna elettorale si parlò di mantenere l’italianità della compagnia di bandiera, tra Lega e M5s e di optare per un piano strategico che non abbia rivali.

Toninelli parlava di affiancare alla compagnia italiana, al 51%, qualcuno che riuscisse a farla “volare“. Tra le prescelte ci sono: la tedesca Lufthansa, l’inglese Easyjet e l’ungherese Wizz air. Una di queste coprirà la percentuale mancante per far decollare l’Alitalia, Luigi di Maio per rispondere alle domande dei giornalisti sulla certezza che l’Alitalia funzioni con un partner industriale accanto e se sappiamo già chi sarà il prescelto, a queste domande risponde dicendo che stanno attivando i potenziali player e che il loro obbiettivo è di tutelare l’azienda.

Grazie a Di Maio e Toninelli, l’Alitalia è finalmente un interesse dei lavoratori e non più un pensiero politico, finalmente il futuro di Alitalia è tornare ad essere una compagnia di bandiera e da contratto, un piano strategico che la renda un vettore nazionale competitivo.

Fonte: ANSA

About Sara Benvenuti

Giovane cameraman e assistente alla regia

Check Also

Riconosciuta la bambina ad una coppia omosessuale. Tribunale impone riconoscimento delle mamme

Le donne ridotte a semplici “madri” anziché persone. I bambini considerati “minori” da proteggere anziché valorizzare. …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Facebook
Twitter
Instagram
Google+
RSS