Aretha Franklin: la musica dell’anima

Aretha Franklin ha vinto 18 Grammy Awards, venduto dieci milioni di dischi, ed è generalmente riconosciuta come la più grande cantante nella storia della musica popolare del dopoguerra.

James Brown, Sam Cooke, Etta James, Otis Redding, Ray Charles: persino loro non hanno potuto competere con il suo potere, con il suo range che andava dal jazz al gospel, dall’R&B al pop.

Nel Grammy del 1998, Luciano Pavarotti fu impossibilitato a cantare per via di un male alla gola e, con un avviso di soli venti minuti, Aretha cantò “Nessun dorma” per lui.

Ciò che la distingueva dagli altri era la sua intelligenza musicale, il suo modo di cantare al di là del suono, di creare, volta per volta, una fortissimo potere emozionale in circa tre minuti di canzone.

Fonte: theNewYorker

About Ilaria Marcoccia

Giovane scrittrice, futura editor, giornalista per passione e curiosità. Sempre a caccia di una storia che valga la pena di essere raccontata

Check Also

Allarme Droga: l’abuso è tra i giovanissimi e gli adolescenti

Il termine droga è universalmente accettato, in Italia, per definire le sostanze attive sul sistema …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Facebook
Twitter
Instagram
Google+
RSS