Cassonetti pieni e sacchetti per strada: Roma in emergenza rifiuti

Roma si avvicina al Natale in piena emergenza rifiuti. Cassonetti pieni, cumuli di sacchetti ammassati a terra, marciapiedi impraticabili e la puzza che con la pioggia delle ultime ore è ulteriormente aumentata.

Torpignattara, Marranella, Prenestino, Casal Bertone, Centocelle e Cinecittà sono le zona dalle quali sono arrivate più segnalazioni. Lo scorso venerdì lo sciopero è stato scongiurato ma la storia si ripete ormai ogni anno in questo periodo: gli impianti non riescono a trattare abbastanza rifiuti e si riempiono, i giri di raccolta diminuiscono, i rifiuti restano nei cassonetti e una volta pieni altri sacchetti vengono lasciati a terra tutt’attorno.

Anche i mezzi a disposizione e il personale sono al limite. Tutti quelli andati in pensione non sono mai stati rimpiazzati. La cosiddetta “trasferanza” è già in corso, ma ci vorranno diversi giorni perché la situazioni torni alla normalità.

Roma si sta quindi avvicinando al periodo natalizio, durante il quale la produzione di rifiuti aumenta sensibilmente, in condizioni già critiche. Dopo un incontro tra il Comune e l’Ama si sono organizzati i turni di lavoro nei giorni festivi, per assicurare almeno la raccolta di indifferenziato e umido.

Fonte Romatoday

About Del Peschio Marco

Webmaster e Graphic Designer. Scrittore a tempo perso, moderatore di commenti e gestore pagine ufficiali social network per La242.tv

Check Also

Compie 70 anni la Dichiarazione Universale dei Diritti Umani

Il 10 dicembre 1948, l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite approvò e proclamò la Dichiarazione Universale …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Facebook
Twitter
Instagram
Google+
RSS