Consumo di Alcol, Binge Drinking: Pericolo dipendenza per i giovani

L’assunzione di più bevande alcoliche in un intervallo di tempo più o meno breve viene detto “Binge Drinking“. Una pratica molto diffusa tra i giovanissimi, anche minorenni.

Da uno studio pubblicato su Scientific Reports della Fondazione Policlinico Universitario Gemelli IRCCS (Università Cattolica), su 2704 giovani di età compresa tra i 13 e i 20 anni che frequentavano le scuole superiori della Capitale e di altre città del Lazio, l’80% ha dichiarato di consumare bevande alcoliche e il 6,1% presentava un disturbo da uso di alcol.

Per trovarsi di fronte ad un caso di “Bringe Drinking” si devono assumere 4-5 drink, che vanno dal semplice bicchiere di vino a media gradazione a un bicchierino di super alcolici, in un’unica soluzione ed in breve tempo, lontano dai pasti.

Giovanni Addolorato, direttore del team che si è occupato della ricerca e dell’area Gastroenterologia ed Oncologia Medica, ha dichiarato che “Tali dati dimostrano che le abbuffate alcoliche rappresentano un fattore di rischio per lo sviluppo di disturbo da uso di alcol e in particolare di dipendenza da alcol, e indicano che, verosimilmente, fra qualche anno dovremmo confrontarci con un aumento di incidenza di patologie alcol-correlate nella popolazione oggi giovanile che nel frattempo sarà diventata adulta”.

Fonte Quotidianosanità

About Del Peschio Marco

Webmaster e Graphic Designer. Scrittore a tempo perso, moderatore di commenti e gestore pagine ufficiali social network per La242.tv

Check Also

Allarme Droga: l’abuso è tra i giovanissimi e gli adolescenti

Il termine droga è universalmente accettato, in Italia, per definire le sostanze attive sul sistema …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Facebook
Twitter
Instagram
Google+
RSS