“Di Maio è il primo napoletano a farsi fregare da un milanese” secondo Oliviero Toscani

Il fotografo Oliviero Toscani racconta l’incontro avvenuto con il ministro Luigi Di Maio per la foto della copertina di forbes. L’intervista rilasciata al Corriere della Sera parla della sua impressione del ministro: parla bene, è amichevole e socievole anche se non ha una vera cultura artistica.

Ammette inoltre che  non è proprio meglio dell’ex ministro Carlo Calenda, “No, no. Ovvio che Calenda è più preparato. Di Maio è un pivello“, aggiunge poi il fotografo. “È divertente -continua – è il primo napoletano che si è fatto fregare da un milanese”.

Ciò che invece ha fatto scuotere le opinioni è stato il fatto che Toscani è famoso anche per aver lavorato per la famiglia Benetton e, alla luce dei recenti avvenimenti del ponte Morandi e dello scandalo autostrade, i giornalisti hanno collegato le parole di Toscani su Di Maio alla vicenda.

“Cosa c’entro con Benetton e cosa c’entro con il ponte di Genova?”, chiede il fotografo. “Adesso sembra che il ponte l’abbia fatto cascare io o Benetton, ma robe da matti. Per questo è un Paese di incattiviti e carogne. Anzi, la maggioranza è carogna e difatti il governo rispecchia la maggioranza”.

Ribadisce di essere un fotografo indipendente e di lavorare per forbes da molti anni. Le ultime parole su Salvini, piuttosto, sono al vetriolo: ” mio padre fotografò il Duce a Piazzale Loreto. Chissà dove fotograferò Salvini”.

Fonte: ilfattoquotidiano

About Ilaria Marcoccia

Giovane scrittrice, futura editor, giornalista per passione e curiosità. Sempre a caccia di una storia che valga la pena di essere raccontata

Check Also

Le Iene: Carne scaduta nei supermercati, anche pesce e frutta riciclati per giorni (VIDEO)

Ha fatto scalpore il servizio mandato in onda nella puntata del 13 Novembre dalla trasmissione …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Facebook
Twitter
Instagram
Google+
RSS