Entro sei mesi metà dei medici in pensione. Colpa del blocco delle assunzioni

L’emorragia dei medici non si ferma: entro il 2025 usciranno dal Sistema sanitario nazionale 52mila medici, vale a dire il 50% degli attuali specialisti. Tutta colpa del blocco delle assunzioni, dei pensionamenti fisiologici secondo la legge Fornero e di quelli anticipati con quota 100. E senza guardare al medio periodo, già oggi mancano all’appello 10mila specialisti.

A tendere, i gap più gravi riguarderanno settori strategici: entro il 2025 l’ammanco sarà di 4.180 medici nella medicina d’emergenza, di 3.323 nella pediatria, di 1.828 nella medicina interna, di 1.395 in anestesia.

La cosa paradossale è che i medici non mancherebbero neppure: come denuncia l’Ordine della categoria, sono poco meno di 16mila i medici intrappolati nel cosiddetto “imbuto formativo”: laureati, abilitati e poi costretti ad attendere anche per anni prima di riuscire a ottenere un posto nelle scuole di specializzazione o al Corso per la Medicina Generale.

Fonte: Tgcom24.it

About Veronica Pozzi

Collaboratrice La242

Check Also

Istat, cala ancora la disoccupazione: si scende al 9,7%

L’occupazione è in aumento, mentre scende ancora il tasso di disoccupazione, ora al 9,7%, tasso …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Facebook
Twitter
Instagram
RSS