Fenomeno delle sette in aumento: Dalle esoteriche a quelle pseudo-religiose

Quello delle sette è un fenomeno in aumento. Dall’inizio del 2018, il Servizio AntiSette dell’Associazione Papa Giovanni XXIII ha ricevuto 2.467 richieste di aiuto, consulenza o informazioni, con una prevalenza di contatti dal Nord Italia (39%), seguito dal Centro (32%) e dal Sud (29%).

Si è passati dalle 851 richieste dell’anno 2007 alle 1403 del 2018, con un’impennata dal mese di settembre e in corrispondenza di Halloween”, riportano i dati diffusi in occasione del Convegno “La trappola delle sette”, promosso dalla Comunità Papa Giovanni XXIII in collaborazione con la Polizia di Stato, la Lumsa e il Consorzio Universitario Humanitas.

Tra le diverse tipologie settarie spiccano le psicosette che con il 41% rappresentano la realtà più diffusa seguite dai gruppi che praticano culti estremi (30%), dalle sette magico esoteriche (16%) e da quelle pseudo-religiose (13%).

Sono in aumento le vittime appartenenti ad un ceto sociale alto e medio, per il 55% uomini. Tra le categorie più a rischio di essere adescati figurano i giovani (35%) e gli adulti (39%), mentre i problemi di salute sono tra le cause più frequenti per cui ci si rivolge a maghi e santoni.

Fenomeni come «il cyberbullismo, l’alcol, la droga, l’azzardo, la prostituzione, le sette ci dicono che la società ha dei problemi, soffre di individualismo, egoismo, eccesso di consumismo» ha affermato Matteo Salvini, per il quale è fondamentale «rimettere al centro la famiglia».

Fonte: Messaggero.it

About Veronica Pozzi

Laurea Triennale in Servizio Sociale presso l'Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale. Laureanda magistrale in Management delle Politiche Sociali e dei Servizi Sociali presso l'Università degli Studi Roma 3.

Check Also

Organizzazione Mondiale della Sanità: il “no vaccini” minaccia la salute globale

Tra le minacce alla salute globale per il 2019 c’è la “vaccine esitancy”, cioè la riluttanza o …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Facebook
Twitter
Instagram
Google+
RSS