Festività del nuovo anno. Un 2019 ricco di ponti

Il 2019 assicurerà diversi ponti in occasione delle festività: con un 11 giorni di ferie si riescono a organizzare in tutto ben 37 giorni di vacanza. Tuttavia l’inizio non è proprio dei migliori: con l’Epifania, che quest’anno cade di domenica, salta il primo ponte dell’anno.

Tuttavia dando uno sguardo al calendario, si prospettano varie occasioni per approfittarne. Ad aprile c’è la possibilità di fare quasi due settimane di vacanza tra Pasqua e il primo maggio, sfruttando il giorno di Pasquetta, il 25 aprile e la festa dei lavoratori, che sarà di mercoledì.

Poi bisognerà aspettare Ferragosto – che sarà di giovedì – per un altro ponte, mentre Natale sarà di mercoledì e questo aiuterà probabilmente chi avrà bisogno di qualche giorno per riprendersi da mangiate e festeggiamenti vari.

Il calendario delle principali festività del 2019:

6 gennaio, domenica
Epifania

21 aprile, domenica
Pasqua

22 aprile, lunedì
Lunedì dell’Angelo, cioè Pasquetta

25 aprile, giovedì
Festa della liberazione

1 maggio, mercoledì
Festa dei lavoratori

2 giugno, domenica
Festa della Repubblica italiana

29 giugno, sabato
San Pietro e Paolo, santi patroni di Roma

15 agosto, giovedì
Ferragosto

19 settembre, giovedì
San Gennaro, santo patrono di Napoli

1 novembre, venerdì
Giorno dei Santi

7 dicembre, sabato
Sant’Ambrogio, santo patrono di Milano

8 dicembre, domenica
Immacolata concezione

25 dicembre, mercoledì
Natale

26 dicembre, giovedì
Santo Stefano

31 dicembre, martedì
San Silvestro

1 gennaio 2020, mercoledì
Capodanno

Fonte: IlPost.it / Fanpage.it

About Veronica Pozzi

Laurea Triennale in Servizio Sociale presso l'Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale. Laureata magistrale in Management delle Politiche Sociali e dei Servizi Sociali presso l'Università degli Studi Roma 3.

Check Also

Jim Carrey risponde ad Alessandra Mussolini: “Può capovolgere la vignetta”

Jim Carrey – Alessandra Mussolini, la guerra continua. Dopo l’aspro dibattito scatenatosi su Twitter dopo …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Facebook
Twitter
Instagram
Google+
RSS