Gérard Depardieu, l’attore francese indagato per stupro

Personaggio controverso, contro corrente, dissidente e particolare, il 69enne Gérard Depardieu è l’attore di Francia più ammirato e conosciuto nel mondo.

Sue interpretazioni indimenticabili come il Conte di Montecristo e il Cyrano de Bergerac lo hanno reso noto al pubblico ed esempio per i colleghi, insieme ad alcune stravaganze di carattere e per le sue prese di posizione, la decisione di trasferire la residenza in un paesino belga per non pagare più le tasse allo Stato francese o l’amicizia con Vladimir Putin che l’ha convinto a prendere la nazionalità russa.

Qualche anno fa il divo francese aveva interpretato il film di Abel Ferrara ispirato allo scandalo sessuale nel quale era stato coinvolto Dominique Strauss-Kahn.

Aveva anche commentato le rivelazioni che avevano portato al movimento #MeToo definendo il produttore Harvey Weinstein un “grosso maiale”.

Oggi si trova accusato di stupro e indagato per aggressione sessuale dopo la denuncia di una giovane ballerina con la quale stava lavorando a un progetto artistico. La procura di Parigi ha aperto un fascicolo sulla base della sua testimonianza sui fatti.

La giovane dichiara di aver subito due volte la violenza sessuale nella casa parigina dell’uomo, il 5 e 13 agosto, dopo che lei stessa si è avvicinata a lui per consigli artistici.

L’avvocato dell’attore, Hervé Temime, smentisce le accuse di aggressione sessuale durante i diversi incontri. “E’ contrario a tutto quello in cui Depardieu crede, a tutto quello che ha sempre fatto”, ha detto Temime convinto che l’inchiesta dimostrerà l’innocenza del suo cliente.

Fonte: laRepubblica

About Ilaria Marcoccia

Giovane scrittrice, futura editor, giornalista per passione e curiosità. Sempre a caccia di una storia che valga la pena di essere raccontata

Check Also

Le Iene: Carne scaduta nei supermercati, anche pesce e frutta riciclati per giorni (VIDEO)

Ha fatto scalpore il servizio mandato in onda nella puntata del 13 Novembre dalla trasmissione …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Facebook
Twitter
Instagram
Google+
RSS