Incomprensioni tra M5S e Laga Nord sulla questione legittima difesa

Il Ministro della Giustizia Bonafede, M5S, dice: “no alla liberalizzazione delle armi” disposte da un governo che le vuole tenere stabili. La Lega Nord invece, per difendersi conferma che non hanno mai voluto legalizzare le armi: ”non vogliamo il far west”, ma resta sul suo pensiero dicendo che la riforma è una priorità.

Per non scatenare una “guerra di pensiero” intervengono Matteo Salvini il quale assicura una buona liaison con il ministro Bonafede, e il premier Conte, il quale punta sul fatto che il governo non invita all’uso delle armi.

Secondo quanto dicono le pagine sulla legittima difesa, per il M5S si tratta di un argomento che va studiato a fondo e ben approfondito. Il presidente dell’Anm (Associazione Nazionale Magistrati), Francesco Minisci, definisce invece la normativa sulla legittima difesa già ben disposta, senza dover essere ricontrollata.

Se i 5 Stelle insistono nel approfondire le leggi perchè si tratta di questioni delicate, la Lega Nord resta sulla sua parlando di priorità che il governo vuole vedere pronte a breve. Secondo il premier Conte la suddetta questione ha dei punti ancora non risolti anche tra il M5S e il Carroccio ci sono delle incomprensioni e diffide, e tutto questo ci fa pensare che le approvazioni della riforma sono ben lontane dal tempo previsto.

Fonte ANSA

About Sara Benvenuti

Giovane cameraman e assistente alla regia

Check Also

Le Iene: Carne scaduta nei supermercati, anche pesce e frutta riciclati per giorni (VIDEO)

Ha fatto scalpore il servizio mandato in onda nella puntata del 13 Novembre dalla trasmissione …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Facebook
Twitter
Instagram
Google+
RSS