La medusa killer

La notizia è di pochi giorni fa quando una bambina romana di 7 anni è morta mentre era in vacanza nelle Filippine, dopo essere venuta a contatto con una medusa.

La piccola Gaia Trimarchi era in mare aperto con la madre durante un tour nelle isole quando è stata punta da una cubomedusa e la sua gamba è diventata viola di colpo: una reazione allergica che non ha dato scampo. Raggiungere l’ospedale ha rappresentato molte difficoltà in quanto la corsa ha richiesto 40 minuti in totale, ed è risultata vana.

In quel tratto di mare sembra inoltre sia morto un altro bambino mentre la madre dichiara che la pericolosità non era stata comunicata dalle guide, altrimenti la tragedia si sarebbe potuta evitare.

Ora si sa che la piccola è stata punta da una Chironex fleckeri o meglio conosciuta come vespa di mare un animale considerato tra i più velenosi del mondo. Il suo veleno è così potente da poter uccidere una persona in meno di un minuto. Inoltre, una sola di questa specie potrebbe avvelenare 60 uomini.

I suoi tentacoli sono ricoperti di spore velenifere e possono raggiungere i tre metri. Il suo tocco è dolorosissimo e provoca una intensa sensazione di calore.

La sua presenza è stata riscontrata lungo le coste australiane e della Nuova Guinea, nelle Filippine e in Vietnam. Si stima che nel 2017 la vespa di mare, che si nutre di crostacei e piccoli pesci, abbia ucciso circa 70 persone in tutto il mondo.

Fonte: Lettera43

About Ilaria Marcoccia

Giovane scrittrice, futura editor, giornalista per passione e curiosità. Sempre a caccia di una storia che valga la pena di essere raccontata

Check Also

Riconosciuta la bambina ad una coppia omosessuale. Tribunale impone riconoscimento delle mamme

Le donne ridotte a semplici “madri” anziché persone. I bambini considerati “minori” da proteggere anziché valorizzare. …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Facebook
Twitter
Instagram
Google+
RSS