Le nostre Autostrade le più care d’Europa: Ecco come funziona negli altri paesi

Il tragico crollo del Ponte Morandi a Genova, avvenuto alle ore 11.36 del 14 Agosto 2018, ha portato l’attenzione sulla Società Autostrade, sulla questione sicurezza e, infine, anche sui costosissimi pedaggi.

Le Autostrade, come forse molti sapranno, sono gratuite in paesi come Germania, Svezia e Regno Unito. In Francia il pedaggio si paga a caselli, come in Italia, con la differenza che tutti gli atti dell 19 concessioni non pubbliche e disponibili online.

Ma vediamo, nel dettaglio, come funziona in alcuni paesi europei

  • AUSTRIA. La società per azioni che gestisce la rete autostradale è interamente di proprietà dello stato. Per i veicoli fino a 3,5 tonnellate, si paga con l’acquisto di un bollo autoadesivo, che prevede varie durate, fino ad un costo annuale di 87,30 euro. Per i veicoli pesanti è previsto un pedaggio in base alla distanza percorsa.
  • FRANCIA. Funziona più o meno come in Italia, con pagamento del pedaggio al casello. La rete autostradale è gestita da 19 concessionari privati, ma i loro dati (tutti) sono disponibili online.
  • GERMANIA. Tutti i 13 mila chilometri di autostrade è gratuito. L’unica eccezione, dal 2005, si basa sull’introduzione di un sistema di rilevamento satellitare dei veicoli con massa a pieno carico superiore alle 12 tonnellate.
  • REGNO UNITO. Fino agli anni ‘90 tutte le infrastrutture stradali ed autostradali sono state realizzate dallo Stato. Per i progetti dei privati dal 1994 ed il 2013 la remunerazione dei concessionari è correlata alla qualità del servizio, al livello di sicurezza e di congestione del traffico. L’unica autostrada a pedaggio è la `M6 Toll´ che bypassa la città di Birmingham.
  • SPAGNA. Attualmente il pagamento del pedaggio risulta previsto soltanto sul 20% della rete autostradale.
  • SVEZIA. Il pedaggio è previsto solo in rarissimi casi. La pianificazione degli investimenti stradali è affidata ad un’Agenzia statale, ma è necessario l’ok finale del Parlamento.

Le nostre autostrade sono le più care d’Europa. Se si effettua un calcolo in base alla distanza percorsa, si evince che per percorrere 400km occorre spendere più di 40€. In Svizzera l’abbonamento annuale (non si paga a “casello”) è di soli 35€. Ecco un grafico che spiega la pessima situazione in Italia per i pedaggi autostradali.

Fonte immagine Corriere.it

About Del Peschio Marco

Webmaster e Graphic Designer. Scrittore a tempo perso, moderatore di commenti e gestore pagine ufficiali social network per La242.tv

Check Also

Le Iene: Carne scaduta nei supermercati, anche pesce e frutta riciclati per giorni (VIDEO)

Ha fatto scalpore il servizio mandato in onda nella puntata del 13 Novembre dalla trasmissione …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Facebook
Twitter
Instagram
Google+
RSS