L’OMS dichiara guerra a Parmigiano Reggiano, Prosciutto e Pizza, poi ci ripensa

L’ultimo report dell’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) ha fatto parecchio rumore. L’organo che fa capo alle Nazioni Unite ha iniziato una crociata contro quei prodotti potenzialmente nocivi alla salute, attaccando molti marchi dell’eccellenza italiana per i quali potrebbero essere prevista tassazioni particolari.

Parmigiano Reggiano, Prosciutto di Parma, Pizza e Olio di Oliva. Sono solo alcuni dei prodotti che l’OMS ha definito come “dannosi”, in grado di provocare danni alla pari del fumo.

Riccardo Deserti, direttore Consorzio Parmigiano Reggiano, ha dichiarato: “Paragonare il Parmigiano Reggiano alle sigarette è un’assurdità. Lottare contro diabete, cancro e malattie cardiovascolari è corretto. Non lo è diffondere informazioni false e superficiali“.

Oggi, Giovedì 19 Luglio, l’OMS e l’ONU hanno parzialmente fatto marcia indietro. Non si “criminalizzano specifici alimenti”, ma si forniscono indicazioni e raccomandazioni per una dieta sana, come ha precisato Francesco Branca, direttore del dipartimento di nutrizione dell’Oms per la salute e lo sviluppo, evidenziando che le notizie di “bollini neri dell’OMS su tale o tale alimento non sono corrette”.

Fonte Quifinanza.it

About Del Peschio Marco

Webmaster e Graphic Designer. Scrittore a tempo perso, moderatore di commenti e gestore pagine ufficiali social network per La242.tv

Check Also

Allarme Droga: l’abuso è tra i giovanissimi e gli adolescenti

Il termine droga è universalmente accettato, in Italia, per definire le sostanze attive sul sistema …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Facebook
Twitter
Instagram
Google+
RSS