Mali di stagione: qualche consiglio utile

Uno starnuto improvviso, mentre il naso si congestiona a vista d’occhio. Oppure, la gola che brucia e, magari, qualche linea di febbre. A questi segnali, scatta subito l’allarme: sarà influenza!

Con l’inverno purtroppo aumentano i mali di stagione: non è solo per il freddo, ma piuttosto per gli sbalzi di temperatura e dei soggiorni prolungati in ambienti chiusi, magari affollati, ove l’aria non viene cambiata di frequente: niente di più facile perché virus e batteri si diffondano con grande facilità. Tuttavia, la natura ci viene in soccorso per mantenere in forma il sistema immunitario e combattere raffreddore, tosse e stati influenzali: ecco come.

Vitamina C naturale: nella stagione fredda sono raccomandate le integrazioni di vitamina C, meglio se di origine naturale .

Fermenti lattici: il benessere del sistema immunitario dipende in gran parte dall’equilibrio dell’intestino ed ecco perché nei cambi di stagione, o quando il rischio di contagio virale aumenta, è consigliabile integrare l’alimentazione con cibi ricchi di fermenti lattici vivi 

In realtà, non sempre i classici sintomi di un’infezione alle vie respiratorie annunciano il virus influenzale, che in media colpisce solo il 5 per cento degli italiani. Più spesso, si tratta di altre forme virali come la parainfluenza (“brutta copia”, fuori stagione, di quella “vera”), oppure di una bronchite, una faringite o un semplice raffreddore.

Fonte: tgcom24.it / starbene.it

About Veronica Pozzi

Collaboratrice La242

Check Also

Istat, cala ancora la disoccupazione: si scende al 9,7%

L’occupazione è in aumento, mentre scende ancora il tasso di disoccupazione, ora al 9,7%, tasso …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Facebook
Twitter
Instagram
RSS