Nintendo, la dipendenza da videogiochi è colpa dei giocatori

Nell’ultima riunione per i risultati fiscali, il Presidente di Nintendo, interrogato da uno degli investitori dell’azienda, ha espresso la sua opinione sull’argomento dipendenza da videogiochi.

“Penso che il problema della dipendenza da videogiochi riguardi più i videogiocatori che i giochi nello specifico. Come azienda che crea videogiochi siamo sempre attenti nell’implementare delle caratteristiche che permettano ai genitori di limitare il tempo di utilizzo delle console. Credo che realizzare delle funzionalità del genere e farle conoscere a quante più persone possibile sia un modo per affrontare la situazione”.

L’Oms ha riconosciuto ufficialmente la dipendenza da videogame come una patologia. Il ‘gaming disorder’ è stato infatti inserito nel capitolo sulle patologie mentali dell’International Classification of Diseases (ICD), l’elenco ufficiale delle malattie il cui aggiornamento è stato appena pubblicato.

Secondo il nuovo elenco, che contiene oltre 55mila diverse malattie, la dipendenza da gioco digitale consiste in “una serie di comportamenti persistenti o ricorrenti che prendono il sopravvento sugli altri interessi della vita”

Fonte: Ansa.it / Tgcom24.it

About Veronica Pozzi

Laurea Triennale in Servizio Sociale presso l'Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale. Laureanda magistrale in Management delle Politiche Sociali e dei Servizi Sociali presso l'Università degli Studi Roma 3.

Check Also

Sarà Roma ad ospitare la prima tappa di “Quattrozampeinfiera”

Più di 18.000 metri quadrati della Nuova Fiera di Roma il prossimo fine settimana saranno …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Facebook
Twitter
Instagram
Google+
RSS