Protesta dei pastori sardi per il crollo del prezzo del latte

Prosegue la protesta dei pastori sardi per il crollo del prezzo del latte. Allo scalo di Porto Torres (Sassari) un centinaio di contestatori ha fermato un tir frigo sbarcato da Genova che trasportava carni suine provenienti dalla Francia.

Dopo aver sfiorato lo scontro con i poliziotti e aver chiesto l’intervento delle autorità sanitarie per denunciare le “pessime condizioni delle carni”, gli allevatori hanno permesso al camion di lasciare il porto.

Arriva l’ultimatum alle istituzioni: se non si troverà una soluzione in pochi giorni alla vertenza sul prezzo del latte, annunciano il blocco dei seggi in tutta l’Isola per le elezioni regionali di domenica 24 febbraio. “Se entro pochi giorni non si trovano soluzioni per il nostro settore – annuncia il coordinamento dei pastori – bloccheremo la Sardegna il 24 febbraio, il giorno delle votazioni.

Non entrerà nessuno a votare: non è che non andiamo a votare, non voterà nessuno, blocchiamo la democrazia, ognuno si assuma le proprie responsabilità”. 

Fonte: Ansa.it / Tgcom24.it

About Veronica Pozzi

Collaboratrice La242

Check Also

Tragedia su uno yacht: morto un imprenditore, gravi due bambini

Dramma in Croazia per due famiglie italiane che stavano trascorrendo una piacevole vacanza in yacht, …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Facebook
Twitter
Instagram
Google+
RSS