Scavi archeologici di Aquinum: rinvenuta testa di Giulio Cesare e non solo

Lì, sotto cumuli di terra, giacevano da secoli ma, grazie agli archeologi e ricercatori della Università del Salento sono tornati alla luce.

Si tratta di tre teste marmoree di epoca romana: una ritrae il volto del condottiero Giulio Cesare, insieme ad altre due teste appartenenti a statue, una barbuta e riccioluta probabilmente riferibile a Ercole, e una terza di donna, velata, ancora non identificata.

Il sito archeologico di Aquinum e i resti rinvenuti, sono quelli di un grande edificio porticato disposto sulla via Latina, probabilmente in connessione con il foro e il cuore della città, proprio nel punto in cui si connetteva alla strada si trovavano le tre teste.

Gli archeologi, diretti da Giuseppe Ceraudo dell’Università del Salento, hanno usufruito dell’aiuto dei droni in volo nel punto più vicino all’antico teatro e hanno notato le differenze di crescita nell’erba per individuare i punti dove avrebbe potuto esserci qualcosa.

Nell’intero sito si trovano il Tempio di Diana e le Terme centrali, e stanno venendo alla luce sempre più reperti in quanto l’area di Aquinum era superiore a 100 ettari: è stato, per ora esplorato solo un centesimo dell’esplorabile, 8 ettari appena.

Le statue sono appartenenti all’età Augustea e la Giulio Claudia, sono abbastanza ben conservate e saranno visibili nelle giornate di Open Day, 30 settembre e 1 ottobre,a tpubblico nell’area Archeologica di Aquinum.

Fonte: LaRepubblica

About Ilaria Marcoccia

Giovane scrittrice, futura editor, giornalista per passione e curiosità. Sempre a caccia di una storia che valga la pena di essere raccontata

Check Also

Fenomeno delle sette in aumento: Dalle esoteriche a quelle pseudo-religiose

Quello delle sette è un fenomeno in aumento. Dall’inizio del 2018, il Servizio AntiSette dell’Associazione …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Facebook
Twitter
Instagram
Google+
RSS