Torna l’Ora Solare. Tra il 27 e il 28 Ottobre lancette indietro di un’ora

Nella notte fra Sabato 27 e Domenica 28 Ottobre, forse per l’ultima volta, le lancette dei nostri orologi dovranno essere spostate indietro di 1 ora per tornare all’Ora Solare, che resterà in vigore fino all’ultimo weekend di Marzo 2019.

La Commissione Europea sta vagliando la possibilità di abbandonare questa prassi, per dare libera scelta ai paesi di adottare l’orario che preferiscono. E’ chiaro che, a differenza dell’Italia, nazioni nordiche come Finlandia e Norvegia hanno problematiche diverse per quanto riguarda il sorgere e tramontare del sole.

L’ora legale è la convenzione di spostare avanti di un’ora le lancette degli orologi di uno Stato per sfruttare meglio l’irradiazione del sole durante il periodo estivo. Al contrario l’ora solare si riferisce all’orario stItaliatale usato durante il periodo invernale, quando esso coincide con quello del meridiano del fuso orario di riferimento, chiamato anche “ora civile convenzionale“.

Stati che adottano il cambio d’ora Stati che lo hanno utilizzato in passato Stati in cui non è mai entrato in vigore

In Italia l’ora legale nacque come misura di guerra nel 1916. Dal 1940 al 1948 fu abolita e ripristinata diverse volte a causa della seconda guerra mondiale. La legge n. 1144/1966 delegò al Presidente della Repubblica il compito di decidere annualmente inizio e fine dell’ora legale rispettivamente nel periodo 31 marzo-10 giugno e 20 settembre-31 ottobre. Nel 1980 il decreto-legge n. 270 modificò tali periodi anticipando il possibile inizio al 28 marzo. Due anni dopo si anticipò il potenziale periodo di avvio dell’ora legale al 15 marzo.

Solo nel 2010 l’Italia con l’art. 22 della legge n. 96, recependo la direttiva 2000/84/CE del Parlamento europeo, fissò l’inizio dell’ora legale alle ore 2:00 del mattino dell’ultima domenica di marzo e il termine alle 3:00 del mattino dell’ultima domenica di ottobre, pratica comunque già svolta in Italia fin dal 1996.

Fonte Wikipedia | ilMessaggero

About Del Peschio Marco

Webmaster e Graphic Designer. Scrittore a tempo perso, moderatore di commenti e gestore pagine ufficiali social network per La242.tv

Check Also

L’Istat lo afferma con una ricerca: nel 2065 la popolazione sarà in calo e la maggior parte sarà anziana

Nel 2065, ovvero tra 47 anni, la popolazione italiana sarà corrispondente a 54,1 milioni, con …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Facebook
Twitter
Instagram
Google+
RSS