Toscana, meta gastronomica preferita dai turisti. Perfetto connubio tra natura,architettura e buon cibo

In Toscana ci sono luoghi magici dove natura, arte ed architettura convivono in armonia e perfetta intesa.

Questi luoghi a volte pubblici, altre nascosti e segreti, altre ancora privati, sono i giardini storici che popolano l’intera regione regalando quell’eleganza bucolica mista a sapienza artistica strutturale che fanno della Toscana un territorio unico ed inesauribile.

Si raccontano nella Guida ai Sapori e ai Piaceri della Toscana 2019, con cinque itinerari per ripercorrere i giardini più belli del Gran Ducato.

Lo splendore delle ville, i profumi degli ippocastani, delle piante d’alloro e quelle di agrumi, le linee geometriche dei sempreverde e delle aiuole perfettamente potati, le fontane e le statue monumentali tratteggiano passeggiate che dalla lucchesia alla Val d’Orcia scoprono bellezze senza tempo.

I dati sulla situazione del turismo enogastronomico in Toscana, con particolare riferimento ai turisti stranieri, emergono da uno studio commissionato da Vetrina Toscana al Centro studi turistici che ha elaborato i risultati dell’indagine sul turismo realizzata da Banca d’Italia.

Per quanto riguarda gli stranieri, l’enogastronomia rappresenta in Toscana il 7% circa dei pernottamenti posizionandosi al terzo posto come motivazione di viaggio subito dopo arte e cultura e balneare, il doppio della media nazionale (3,4%). 

Altro dato interessante è che il turista straniero che raggiunge la Toscana con motivazione principale l’enogastronomia è il ‘Top spender’ per la spesa giornaliera (163,90 euro) e per la ristorazione (47,47 euro).

Fonte: Ansa.it / Repubblica.it

About Veronica Pozzi

Collaboratrice La242

Check Also

17 Luglio,oggi è il World Emoji Day. Le faccine ci aiutano e velocizzare i messaggi

C’è una giornata per tutto anche per le emoji, cioè le faccine che sono entrate …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Facebook
Twitter
Instagram
Google+
RSS