Italia, successo in extremis! Biraghi scaccia i fantasmi e fa esplodere la panchina

Vittoria all’ultimo minuto per l’Italia di Roberto Mancini in Nations League. Tre punti importantissimi quelli ottenuti contro la Polonia che permettono agli azzurri non solo di evitare la retrocessione, ma anche di poter pensare di insidiare il primato del Portogallo, distante solo due punti.

E pensare che anche questa partita sembrava dover allungare il digiuno italiano dato che al 92′, prima della zampata vincente di Biraghi, il risultato era fermo sullo 0-0. Un pari fino a quel momento non veritiero, con gli azzurri che avevano colpito due legni prima con Jorginho e poi con Insigne e che avevano dovuto vedersela con uno Szczesny in grande spolvero, oltre che con poca concretezza sotto porta (un’ottima occasione è stata gettata da Bernardeschi).

Anche la Polonia però si è affacciata pericolosamente in avanti in alcuni momenti cruciali della partita, ma Donnarumma e Milik (alta una sua conclusione da ottima posizione) avevano salvato l’Italia.

Al 92′ poi la liberazione con Biraghi che dopo una sponda di Lasagna (entrato al posto di Bernardeschi) attacca il secondo palo e insacca da due passi facendo esplodere di gioia Mancini e la panchina azzurra. Un’esultanza davvero incontenibile quella dell’allenatore azzurro e dei ragazzi a bordo campo, a sottolineare l’importanza di questa vittoria.

Toccante l’esultanza del terzino della Fiorentina che dedica il gol a Davide Astori mimando il numero “13” con le dita, numero di maglia dell’ex compagno in viola scomparso a marzo.

Ogni fantasma, per il momento, è stato scacciato. Gli azzurri, finalmente, possono godersi un meritato ritorno al successo.

About Amedeo Menci

Nato nel 1994, sono giornalista pubblicista. Appassionato di sport, amo inoltre il Cinema e le serie TV

Check Also

Dimissioni di Gian Piero Ventura: Il tecnico del Chievo ha ceduto psicologicamente

Gian Piero Ventura ha lasciato il Chievo Verona. L’ormai ex tecnico dei veneti, e della …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Facebook
Twitter
Instagram
Google+
RSS