Trattative d’altri tempi… Quando Cristiano Ronaldo doveva andare al Parma

Anno 2003, società Parma Calcio, allenatore Cesare Prandelli. Era Agosto e l’ex allenatore ricorda benissimo quella sessione estiva di Calciomercato che stava per portare in Emilia un giovanissimo Cristiano Ronaldo.

Mancano due giorni alla sfida del “Tardini” tra Parma e Juventus, e non si può fare a meno di ricordare quei giorni. All’epoca Arrigo Sacchi era in direttore dell’area tecnica e Doriano Tosi il direttore sportivo… Erano anche i tempi del tramonto dell’era Tanzi ela vigilia del crac-Parmalat.

Fu proprio l’attuale dirigente del Modena, in quell’Estate del 2003, a intuire tra i primi le enormi potenzialità di Cristiano Ronaldo e a raggiungere un accordo di massima con lo Sporting Lisbona per una cifra di 12 milioni. Il fenomeno portoghese aveva solo 18 anni.

Tanzi non era molto convinto di spendere quella cifra per una giovanissima promessa, mentre Tosi era entusiasta dell’imminente trattativa che si avviava a concludersi con successo. Poi, invece, dopo un amichevole giocata dallo Sporting proprio contro il Manchester United, Ronaldo finì alla corte di Sir Alex Ferguson per 15 milioni.

Fonte SportMediaset

About Del Peschio Marco

Webmaster e Graphic Designer. Scrittore a tempo perso, moderatore di commenti e gestore pagine ufficiali social network per La242.tv

Check Also

Higuain attapirato: “Alla Juventus ha portato bene. Felice dell’affetto del mondo Milan”

E’ stato consegnato il Tapiro d’oro a Gonzalo Higuain dall’inviato si Striscia la notizia Valerio …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Facebook
Twitter
Instagram
Google+
RSS