La Cina censura il film di Winnie the Pooh: Bandito dalle sale cinematografiche

In Italia si chiama Ritorno al Bosco dei 100 acri, il titolo internazionale è Christopher Robin. La pellicola, che nel nostro paese uscirà il 31 Agosto, è stata bandita dalle sale cinesi. Ecco le motivazioni.

Anche se le fonti non sono ufficiali, in molti sospettano che sia perché la figura del popolare orsetto di pezza viene spesso usata dagli oppositori del presidente Xi Jinping per deriderlo. Nel 2013 la foto del leader a passeggio al summit di Sunnyvale, in California, con l’allora presidente Barack Obama era stata messa affiancata sui social media con un’immagine di Winnie e del suo amichetto Tigro.

Solo due anni dopo un’altra vignetta “dedicata” al Presidente Xi. Questa volta il capo di stato cinese stringe la mano al premier giapponese Shinzo Abe: la caricatura mostra la stessa scena, ma con Winnie e l’altro suo amico Ih-Oh (un asinello).

Ritorno al Bosco dei 100 Acri (Christopher Robin) è un film prodotto dalla Disney e diretto da Marc Forster, uscito nella sale cinematografiche americane Venerdì 3 Agosto. Il protagonista, oltre al popolare orsetto, è Ewan McGregor.

Christopher Robin, il ragazzino delle storie di Winnie the Pooh, ora è cresciuto e ha perso ogni capacità di immaginazione. Sarà allora che Pooh e i suoi amici faranno ritorno nella vita di Christopher per aiutarlo a ritrovarla.

Fonte ilFattoQuotidiano

About Del Peschio Marco

Webmaster e Graphic Designer. Scrittore a tempo perso, moderatore di commenti e gestore pagine ufficiali social network per La242.tv

Check Also

Successo al botteghino per “Il Grinch”. In Italia sempre al comando “Lo Schiaccianoci e i Quattro Regni”

Esordio con il botto nel fine settimana per il film di animazione “Il Grinch”. La …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Facebook
Twitter
Instagram
Google+
RSS