Allarme ong: chiediamo alla Ue un porto di sbarco sicuro

La nave Aquarius e poi la Sos Mediterranée e Medici senza frontiere hanno lanciato l’allarme dopo aver soccorso 141 persone nel Mediterraneo e non aver trovato un porto sicuro in cui approdare.

“Le persone soccorse hanno dichiarato di aver incrociato cinque diverse navi che non hanno offerto loro assistenza, prima di incontrare l’Aquarius. Le navi potrebbero non essere disposte a rispondere a coloro che sono in difficoltà a causa dell’alto rischio di rimanere bloccate e vedersi negare un porto sicuro”..

Molti migranti provengono dai centri di detenzione libici – Più del 70% delle persone salvate proviene dalla Somalia e dall’Eritrea.

Ora le persone soccorse sono in buone condizioni sulla nave Acquarius.

“Ue ci indichi luogo sicuro di sbarco” dichiarano Sos Mediterranee e Msf chiedono dunque ai governi europei di assegnare un luogo sicuro di sbarco più vicino possibile in conformità con il diritto internazionale marittimo.

Fonte: tgcom24

About Ilaria Marcoccia

Giovane scrittrice, futura editor, giornalista per passione e curiosità. Sempre a caccia di una storia che valga la pena di essere raccontata

Check Also

Traffico di cuccioli di cani. Sgominata un’associazione a delinquere

La Polizia Stradale di Udine ha smantellato una banda dedita al traffico internazionale di cuccioli …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Facebook
Twitter
Instagram
Google+
RSS