Atene in fiamme: 50 morti e più di 100 feriti. Tsipras chiede aiuti dall’UE

Le vittime degli incendi che stanno devastando le periferie di Atene hanno cercato scampo fino alla spiaggia: a Mati, sulla spiaggia di Argyri, nei pressi di Ateens, si contano almeno 24 dei 50 morti finora accertati.

Le pinete intorno ad Atene bruciano senza sosta ormai da lunedì pomeriggio. Tra i feriti, circa 156, ci sono anche bambini, 11 in gravi condizioni, ma il bilancio è ancora provvisorio. La località più colpita, Mati, si trova a 40 km a nord est di Atene ed è un località turistica.

Ad alimentare le fiamme, il forte vento che per tutta la notte ha continuato a soffiare anche a raffiche di 60 km. Auto e corpi carbonizzati, persone ritrovate morte abbracciate in spiaggia, dirette verso il mare, l’ultima speranza. Mati è come se non esistesse più come insediamento. Il fumo denso ha raggiunto la capitale, Corinto è minacciata da nuovi roghi, i focolai aumentano.

Molti aiuti stanno provenendo dall’Europa, dalla Svezia dove da giorni si combatte contro le fiamme. Stanno intervenendo anche Stoccolma, Francia, Germania e Danimarca. L’Italia invia Canadair, insieme a Portogallo, Polonia, Norvegia e Lituania.

Il premier Alexis Tsipras ha dichiarato lo stato d’emergenza ed è rientrato dalla visita in Bosnia-Herzegovina. Una volta sedata la situazione basterà scoprire l’origine delle fiamme, di cui non si esclude l‘origine dolosa. 

Questo slideshow richiede JavaScript.

Fonte: ilfattoquotidiano.it

About Del Peschio Marco

Webmaster e Graphic Designer. Scrittore a tempo perso, moderatore di commenti e gestore pagine ufficiali social network per La242.tv

Check Also

Silvia Romano,viva il giorno di Natale. Ceduta successivamente ad una banda di rapinatori

Era ancora viva fino al giorno di Natale Silvia Romano, la cooperante rapita in Kenya il 20 …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Facebook
Twitter
Instagram
Google+
RSS