Birmania, l’ONU denuncia i crimini contro i Rohingya

Le Nazioni Unite fanno appello alla corte internazionale di indagare per genocidio e crimini contro l’umanità il capo dell’esercito del Myanmar e altri cinque alti comandanti militari.

È stato redatto un documento che spiega la situazione dell’esercito birmano e della leader  della Lega Nazionale per la Democrazia (Ndl) Aung San Suu Ky, consigliere di Stato della Birmania e  premio Nobel per la Pace nel 1991, accusata di non aver agito per fermare la violenza.

Il documento riporta che i crimini avvenuti sono  “scioccanti. Questioni di carattere militare non giustificherebbero mai l’uccisione indiscriminata, lo stupro di gruppo delle donne, l’assalto di bambini e la distruzione di interi villaggi”.

Sono molte le organizzazioni non governative che hanno denunciato le gesta dell’esercito birmano per aver messo in atto una operazione di pulizia contro questa minoranza religiosa, e che porta a una fuga migliaia di Rohingya dal loro paese.

Fonte: Tpi

About Ilaria Marcoccia

Giovane scrittrice, futura editor, giornalista per passione e curiosità. Sempre a caccia di una storia che valga la pena di essere raccontata

Check Also

Croce con vernice rossa e benzina sul pianerottolo: Avvertimento a Federico Ruffo

Federico Ruffo è in giornalista RAI che, con la trasmissione Report, sta indagando sui presunti …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Facebook
Twitter
Instagram
Google+
RSS