Esplosione a Pechino davanti all’ambasciata americana

Un’esplosione è avvenuta oggi, 26 luglio alle 13 ora di Pechino, davanti alla Ambasciata americana nel quartiere a nord-est di Pechino, proprio dove i cinesi fanno la fila per richiedere i visti statunitensi. Una densa nube di fumo nero si è alzata da una delle zone più sorvegliate della città. Ci sono diversi feriti e auto danneggiate intorno alla zona centralissima e super sorvegliata.

L’autore della bomba fatta con residui di fuochi d’artificio è stato preso dalla polizia, è di nazionalità cinese ma proviene dalla Mongolia interna, ha 26 anni. Prima di essere portato via è rimasto ferito ad una mano. Il suo cognome è il molto diffuso Jiang e la sua città di origine è Tongliao.  Al tentativo si adduce la volontà di richiamare l’attenzione sui diritti umani, anche se le ipotesi sul movente non sono ancora del tutto chiarire.

L’esplosione è stata forte e in molti l’hanno percepita anche a distanza mentre le immagini subito sono state diffuse nei social network. Alcuni media cinesi hanno riportato che prima della suddetta esplosione, verso le 11 della mattina una donna abbia tentato di ricoprirsi di benzina nello stesso punto. Ora resta da accertare che i due attentati siano in qualche modo collegati e quali siano le ragioni del gesto.

Fonte: Lettera43

About Ilaria Marcoccia

Giovane scrittrice, futura editor, giornalista per passione e curiosità. Sempre a caccia di una storia che valga la pena di essere raccontata

Check Also

Morte di Marianna Pepe: Disposta l’autopsia dalla Procura di Trieste

Marianna Pepe, nata a Trieste il 13 febbraio 1979 è stata una tiratrice a segno italiana, specialista della carabina. Ha gareggiato per …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Facebook
Twitter
Instagram
Google+
RSS