Indonesia, terremoto di 7.5 e poi tsunami. Quasi 400 le vittime (video)

La più colpita è stata la città di Palu. Le vittime sarebbero 384, ma il bilancio è ancora provvisorio.

Il terremoto di magnitudo 7,5 ha colpito ieri, Venerdì 28 settembre,  la parte centrale dell’isola di Sulawesi. 

Il direttore si un ospedale di Palu, la capitale provinciale travolta dallo tsunami, ha detto che quella cifra è relativa solo all’Undata Regional Hospital da lui diretto.

Centinaia i feriti ricoverati negli ospedali e molte persone mancano all’appello, riferisce ancora il portavoce dell’agenzia per i disastri.

Distrutto il centro commerciale della città, mentre le comunicazioni sono difficili in quanto l’elettricità è stata tagliata ostacolando gli sforzi di ricerca e di salvataggio.

Danni anche alla torre e alla pista dell’aeroporto di Palu dove comunque i voli sono garantiti da AirNav che supervisiona il traffico aereo.

I primi video amatoriali dei testimoni, rimbalzati in tutto il mondo, mostrano immagini di un’onda e di un muro d’acqua che si abbattono sulle coste, distruggendo ogni cosa sul cammino. Immagini che riportano alla memoria la tragedia del 26 dicembre del 2004 quando un tremendo tsunami sconvolse l’intero sudest asiatico.

“Ci sono notizie di numerosi edifici crollati per colpa del terremoto”, ha detto il portavoce Sutopo Purwo Nugroho, ammettendo però che il buio e l’interruzione delle linee di telecomunicazione rendono impossibile stime più precise e rallentano i soccorsi fino a domattina.

Anche l’aeroporto di Palu, danneggiato dal sisma, verrà riaperto solo domani in serata. Molte persone avevano già lasciato le proprie case nonostante un inspiegabile rientro dell’allarme tsunami lanciato poco prima dall’Agenzia nazionale di meteorologia, climatologia e geofisica.

Fonte: ansa

About Ilaria Marcoccia

Giovane scrittrice, futura editor, giornalista per passione e curiosità. Sempre a caccia di una storia che valga la pena di essere raccontata

Check Also

Sgomberato il presidio umanitario di Baobab Experience a Roma: E’ la 22esima volta

I circa 200 migranti che erano presenti fino a questa mattina presso il presidio umanitario …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Facebook
Twitter
Instagram
Google+
RSS