L’Autopsia rileva che Emiliano Sala è morto per ferite alla testa e al busto.

Emiliano Sala, lo sfortunato attaccante argentino precipitato nel canale della Manica il 21 gennaio mentre era in volo da Nantes a Cardiff, è morto a causa di “ferite alla testa e al busto” e, dopo che il suo corpo è stato estratto dal velivolo il 4 febbraio, è stato identificato solo grazie alle impronte digitali. 

Lo ha rivelato l’autopsia dopo l’apertura di un’inchiesta sul suo decesso nel Dorset.

Ancora disperso il corpo del pilota, le cui ricerche però proseguiranno ancora per un po’, grazie soprattutto agli oltre 150mila euro circa raccolti dalla famiglia (con sponsor del calibro di Mbappé).

Un rapporto ufficiale delle autorità sui risultati della commissione d’inchiesta sui disastri aerei non sarà diramato prima di 6/12 settimane, ma nelle prossime ore è atteso un rapporto provvisorio. L’inchiesta comunque avrà tempi lunghi.

Fonte: Tgcom24.it / LaGazzettadelloSport.it

About Veronica Pozzi

Laurea Triennale in Servizio Sociale presso l'Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale. Laureata magistrale in Management delle Politiche Sociali e dei Servizi Sociali presso l'Università degli Studi Roma 3.

Check Also

Pagherà lo Stato: Notre Dame non sarà assicurata

La cattedrale di Notre-Dame non era assicurata: lo rivelano i media francesi, spiegando che lo Stato …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Facebook
Twitter
Instagram
Google+
RSS