L’economia italiana rallenta: l’unico tra i paesi del G7

La decelerazione, secondo i dati Istat di fine luglio, rivelano che nel secondo trimestre dell’anno il Pil è cresciuto dello 0,2% contro lo 0,3% dei primi tre mesi.

Ormai l’Italia non può più annoverarsi tra i grandi paesi del G7 in quanto gli Usa hanno raddoppiato il ritmo di crescita, passando dallo 0,5% del primo trimestre all’1% del secondo, il Giappone è passato da una crescita negativa dello 0,2% a +0,5%, e il Canada non è ancora disponibile.

In Germania il Pil è salito a +0,5% dal +0,4% di inizio 2018 e nel Regno Unito a +0,4% da +0,2%. Niente di nuovo in Francia, che resta stabile a +0,2%, mentre in Italia si è registrato un rallentamento.

Il Ministro Tria si dice certo che la legge di bilancio rassicurerà i mercati e rafforzerà la fiducia nell’Italia, il governo gialloverde non potrà contare sul gettito aggiuntivo da destinare alla riduzione del debito.

Fonte: Ansa

 

About Ilaria Marcoccia

Giovane scrittrice, futura editor, giornalista per passione e curiosità. Sempre a caccia di una storia che valga la pena di essere raccontata

Check Also

Made in Italy, gli italiani legati al proprio paese nella scelta dell’auto

Italiani legati al Made in Italy per la scelta della prima auto: è quanto emerge …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Facebook
Twitter
Instagram
Google+
RSS