Milano, arrestato tassista abusivo: Aveva violentato una 20enne

Torna a far parlare di sé, per pura casualità, la famosa discoteca “Old Fashion” di Milano. Solo poche settimane fa, fuori il locale milanese, aveva subito una violenta aggressione Niccolò Bettarini, figlio di Simona Ventura e Stefano Bettarini.

Un altro fatto, accaduto la notte del 16 Giugno proprio davanti alla discoteca “Old Fashion“, ha portato all’arresto di un tassista abusivo di 61 anni accusato di aver violentato una cliente di 20 anni italiana, dopo averla caricata davanti al locale milanese.

L’uomo era conosciuto nella zona, poiché a molti giovani della movida notturna di Milano aveva lasciato il proprio numero di telefono. Non era la prima volta, infatti, che la 20enne si era servita dei servizi del tassista irregolare.

Stando a quanto ricostruito la giovane era sotto l’effetto dell’alcool quando è salita sul taxi e la violenza sarebbe avvenuta in un parcheggio non distante dalla casa della vittima. Arrivata sotto l’abitazione lei avrebbe anche cercato di pagare la corsa e lui le avrebbe risposto con un “No, questa volta è gratis“.

Quando la 20enne, intorno alle 9 del giorno dopo, si è svegliata ha cominciato a ricordare quanto le era successo: “Nonostante quello che aveva subito sorprende la precisione dei particolari ricordati dalla ragazza“, ha sottolineato il procuratore aggiunto Maria Letizia Mannella.

Il tassista abusivo, un nordafricano che non avrebbe precedenti penali, è stato condotto al carcere di San Vittore, in virtù di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Tribunale di Milano.

Fonte Milano.Corriere.it

About Del Peschio Marco

Webmaster e Graphic Designer. Scrittore a tempo perso, moderatore di commenti e gestore pagine ufficiali social network per La242.tv

Check Also

Sono passati 3 anni dall’attentato a Parigi. Il bilancio fu di 130 morti e 400 feriti

Sono già passati tre anni da quel 13 Novembre  in cui Parigi piombò in pochi …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Facebook
Twitter
Instagram
Google+
RSS