Morte cerebrale per la donna in arresto cardiaco dopo l’anestesia

“Presenta da stamani i segni clinici di morte cerebrale” la 38enne brianzola ricoverata a Monza per un arresto cardiaco sopraggiunto dopo l’iniezione dell’anestesia da parte di un chirurgo di Seregno (Monza), nel cui studio avrebbe dovuto sottoporsi ad un intervento di chirurgia estetica.

E’ quanto fa sapere in una nota la Asst di Monza spiegando che “i famigliari hanno espresso la volontà di donare gli organi”.

Il centro dove la donna è stata colpita da arresto cardiaco sopraggiunto dopo l’iniezione dell’anestesia, è stato posto sotto sequestro e il chirurgo è stato iscritto nel registro degli indagati.

Fonte:Ansa.it 

About Veronica Pozzi

Collaboratrice La242

Check Also

Controlli su tatuaggi, inchiostri pericolosi in 1/5 dei casi

Preoccupazione nel mondo dei tatuaggi a causa degli ultimi controlli operati dai Nas che hanno …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Facebook
Twitter
Instagram
RSS