Mosca: aereo in fiamme, 41 persone morte. Recuperate le scatole nere

Il Superjet-100 Sukhoi che domenica ha preso fuoco uccidendo 41 persone a Mosca è stato evacuato “in 55 secondi”. A chiarirlo è Maksim Fetisov, portavoce della compagnia di bandiera russa Aeroflot.

L’assistente di volo Tatiana Kasatkina ha raccontato alcuni particolari dell’evacuazione dei passeggeri. La sua storia è stata pubblicata dai media russi. Secondo Kasatkina, i passeggeri gridavano e chiamavano i parenti, urlavano che l’aereo era in fiamme e cadeva. La gente ha cominciato ad alzarsi dai sedili dirigendosi verso l’uscita, ancora quando l’aereo si muoveva ad alta velocità. Immediatamente dopo che si è fermato, l’assistente di volo ha fatto uscire le persone.

A bordo c’erano 78 persone. In tarda serata, il Comitato Investigativo ha annunciato che solo “37 sono sopravvissute”. Un bilancio molto piu grave del precedente, secondo cui i morti accertati erano 13. Entrambe le scatole nere sono state recuperate.

Fonte: Ansa.it / Tgcom24.it

About Veronica Pozzi

Collaboratrice La242

Check Also

Taiwan, crolla un ponte: feriti e dispersi

Disastro a Taiwan, dove si è verificato un tremendo crollo di un ponte vicino al …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Facebook
Twitter
Instagram
RSS