Napoli, donna muore dopo quattro giorni di ricovero. I parenti picchiano il personale sanitario e danneggiano i macchinari

Decine di persone hanno assaltato il reparto di medicina d’urgenza dell’ospedale Sant’Anna e Santissima Maria della Neve di Boscotrecase, in provincia di Napoli, picchiando medici, infermieri e danneggiando suppellettili e macchinari. Il raid per vendicare la morte di una loro congiunta, deceduta a 55 anni dopo quattro giorni di ricovero.

Sono intervenuti i carabinieri per riportare l’ordine e identificare gli autori dei danneggiamenti.

Per i parenti si tratta di una morte “inspiegabile”.  Le condizioni della donna sono peggiorate stamane, dopo quattro giorni trascorsi tra iniziali forti preoccupazioni e successive speranze, visti i progressivi miglioramenti registrati dal quadro clinico complessivo.

Miglioramenti che due giorni fa hanno tra l’altro suggerito ai medici di trasferire la cinquantacinquenne dal reparto di Cardiologia, dove la donna – originaria di Torre Annunziata – era stata ricoverata per problemi legati al cuore, a quello di Medicina d’urgenza dell’ospedale Sant’Anna e Santissima Maria della Neve di Boscotrecase, dove poi è morta

Fonte: Tgcom24.it / Quotidiano.net

About Veronica Pozzi

Laurea Triennale in Servizio Sociale presso l'Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale. Laureanda magistrale in Management delle Politiche Sociali e dei Servizi Sociali presso l'Università degli Studi Roma 3.

Check Also

Morte Imane Fadil: ipotesi di malattia o avvelenamento sullo stesso piano

Le ipotesi che la morte di Imane Fadil, una delle testimoni chiave del processo Ruby, …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Facebook
Twitter
Instagram
Google+
RSS