Oltre 100 migranti soccorsi da una nave italiana e riportati in Libia, dalla stessa unità navale: è il primo respingimento.

Questa volta il rimorchiatore non ha invertito la rotta e ha rivolto la prua verso la Libia, sbarcando a Tripoli  con il suo carico di 108 persone salvate a bordo di un gommone che rischiava di naufragare.

Siamo dinanzi al primo vero e proprio respingimento in mare, questa è la prima volta che accade.

Il rimorchiatore Asso 28,  è una unità navale battente bandiera italiana. È un mezzo navale che opera a supporto delle piattaforme petrolifere. Alcuni giorni fa un’altra nave la Vos Thalassa aveva anche lei salvato in mare 67 migranti che si erano avvicinati ad una piattaforma e anche questa imbarcazione dopo il salvataggio aveva fatto rotta verso la Libia ma alcuni migranti avevano costretto il capitano a fare rotta verso l’Italia. A quel punto il Ministro Salvini aveva bloccato lo sbarco dei migranti nei porti Italiani e dopo lunga attesa il Presidente della Repubblica Mattarella aveva dato il via libera allo sbarco nonostante il divieto posto da Salvini.

Dopo lo sbarco i responsabili del presunto “ammutinamento” sono stati consegnati nelle mani della polizia per accertamenti sul fatto accaduto, sulla questione è ancora in atto una inchiesta.

Aggiornamento delle ore 12:40

A quanto sembra da ultime fonti le attività di soccorso della nave Asso 28 sono state gestite completamente dalla Guardia Costiera Libica, infatti la corrispondente italiana ha smentito di aver ricevuto alcun ordine da Roma.

A denunciare l’accaduto era stato su Twitter Nicola Frantoianni, di Liberi e Uguali, volontario sulla Ong Open Arms, apostrofando il fatto come “gravissimo” in quanto le persone salvate sarebbero dovute essere trasportate in un porto sicuro, e quello libico non rappresenta alcuna salvaguardia di sicurezza.

Matteo Salvini, Ministro dell’Interno ribadisce la linea dura dei Porti chiusi sottolineando la estraneità dei fatti della Guardia Costiera Italiana durante l’operazione che ha riportato il Libia i migranti.

Il dibattito si fa sempre più aspro, Frantoianni indica che la gravità del fatto esiste già, insieme alla violazione delle norme internazionali di una nave mercantile italiana che deve aver in ogni caso ricevuto la segnalazione dall’Italia stessa.

Salvini nel suo tweet ha reso la questione politica perché ha dichiarato che “la Guardia Costiera italian non ha coordinato e partecipato a nessuna di queste operazioni, come falsamente dichiarato da un Ong straniera e da un parlamentare di sinistra male informato”.

Fonte:La Stampa / il messaggero

About Sara Benvenuti

Giovane cameraman e assistente alla regia

Check Also

Morte di Marianna Pepe: Disposta l’autopsia dalla Procura di Trieste

Marianna Pepe, nata a Trieste il 13 febbraio 1979 è stata una tiratrice a segno italiana, specialista della carabina. Ha gareggiato per …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Facebook
Twitter
Instagram
Google+
RSS