Padre violenta e picchia la figlia perchè lesbica: “Meglio morta che lesbica”

Quando una coppia della provincia di Palermo ha scoperto, tramite alcuni sms, che una delle due figlie era lesbica, è andata a prelevarla a scuola, l’ha picchiata e poi l’ha rinchiusa nella sua cameretta. Lei allora aveva solo 15 anni e sua madre le ha urlato contro: “Meglio una figlia morta che lesbica”. Il padre è arrivato a violentarla: “Tu queste cose devi guardare, non le donne”. Ora la ragazza ha 23 anni e ha trovato la forza di denunciare.

Mi tagliavo i capelli e vestivo maschile – racconta la ragazza -. Quando hanno scoperto che ero lesbica, mi hanno picchiato in testa, sulle gambe, mi davano botte dappertutto“. Dopo l’abuso da parte del padre, i genitori hanno mandato un sms identico a tutte le sue amiche: “Buttana, lascia stare mia figlia“. E poi hanno distrutto il telefonino.

La 23enne ha deciso di raccontare la sua storia per aiutare tutte quelle ragazze che si trovano nella stessa situazione: ” non scoraggiatevi”.

Fonte: Tgcom24.it

About Veronica Pozzi

Laurea Triennale in Servizio Sociale presso l'Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale. Laureata magistrale in Management delle Politiche Sociali e dei Servizi Sociali presso l'Università degli Studi Roma 3.

Check Also

Nuovo blitz contro il “clan” Casamonica. 23 arresti di cui 7 donne

Reati in buona parte commessi con l’aggravante del metodo mafioso. Gli indagati sono ritenuti responsabili, …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Facebook
Twitter
Instagram
Google+
RSS