Svolta nel caso Cucchi: l’imputato ammette il pestaggio e accusa due colleghi

Colpo di scena a inizio dell’udienza che vede in processo cinque carabinieri imputati per la vicenda della morte di Stefano Cucchi.

Il carabiniere Francesco Tedesco ha accusato i colleghi Raffaele D’Alessandro e Alessio Di Bernardo del pestaggio, oltre ad aver riconosciuto i fatti di quella notte.

Accusati di omicidio preterintenzionale e abuso di autorità sono Tedesco, D’Alessandro e DI Bernardo; Roberto Mandolini di calunnia e falso e Vincenzo Nicolardi di calunnia.

Il 20 giugno 2018 Tedesco ha presentato una denuncia contro ignoti in cui dice che quando ha saputo della morte di Cucchi ha redatto una notazione di servizio in cui ha ricostruito i fatti di quella notte e chiamato in causa gli altri imputati” ha detto il PM.

Il commento di Ilaria Cucchi su facebook: “Il muro è stato abbattuto. Ora sappiamo e saranno in tanti a dover chiedere scusa a Stefano e alla famiglia Cucchi“.

Non è chiaro se Tedesco abbia ammesso di aver partecipato al pestaggio, ma è la prima volta che uno degli imputati dichiara che il pestaggio è realmente accaduto.

Il carabiniere che con la sua testimonianza fece riaprire l’inchiesta su Cucchi, Riccardo Casamassima, si è detto commosso e soddisfatto.

“Fu un’azione combinata. Cucchi prima iniziò a perdere l’equilibrio per il calcio di D’Alessandro poi ci fu la violenta spinta di Di Bernardo che gli fede perdere l’equilibrio provocandone una violenta caduta sul bacino. Anche la successiva botta alla testa fu violenta, ricordo di avere sentito il rumore”.

“Spinsi Di Bernardo -aggiunge Tedesco- ma D’Alessandro colpì con un calcio in faccia Cucchi mentre questi era sdraiato a terra. Gli dissi basta, che cazzo fate, non vi permettete mentre uno colpiva Cucchi con uno schiaffo violento in volto” e l’altro gli dava un forte calcio con la punta del piede”

La verità viene a galla, sempre.
Stefano era un ragazzo come noi, poco più grande, che aveva commesso un errore. Non per questo meritava di finire così.

 

Fonte: Repubblica

About Ilaria Marcoccia

Giovane scrittrice, futura editor, giornalista per passione e curiosità. Sempre a caccia di una storia che valga la pena di essere raccontata

Check Also

Traffico di cuccioli di cani. Sgominata un’associazione a delinquere

La Polizia Stradale di Udine ha smantellato una banda dedita al traffico internazionale di cuccioli …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Facebook
Twitter
Instagram
Google+
RSS