Uccise tre familiari con il tallio. Assolto perchè giudicato incapace di intendere e volere

Mattia Del Zotto, il 28 enne di Nova Milanese (Monza) che nell’estate del 2017 ha avvelenato con solfato di tallio nove membri della sua famiglia, uccidendone tre, è stato assolto dal Gip del Tribunale di Monza Patrizia Gallucci perché ritenuto totalmente incapace di intendere e volere al momento dei fatti. Sarà rinchiuso in una struttura psichiatrica per dieci anni.

Affetto da un disturbo delirante, totalmente incapace di intendere e volere al momento dei fatti perché affetto da vizio totale di mente“. Questo è il risultato della perizia, ordinata dal giudice, che nelle scorse settimane, aveva definito Del Zotto, imputato per omicidio volontario plurimo premeditato e lesioni plurime.

l disturbo delirante si distingue dalla schizofrenia per la presenza di deliri senza ulteriori sintomi della schizofrenia.Il disturbo delirante può insorgere nel contesto di un preesistente disturbo paranoide di personalità. In tali soggetti, nella prima età adulta si manifestano una sfiducia e una sospettosità pervasive nei confronti degli altri e delle loro intenzioni, che si protraggono per tutta la vita.

I familiari sopravvissuti del giovane, ancora residenti nella stessa villetta di Nova Milanese dove Mattia li ha avvelenati, e dove abitano anche i suoi genitori, come riferito dall’avvocato di parte civile Stefania Bramati “hanno preso bene la sentenza, sapendo perfettamente che il giovane abbia bisogno di essere curato“.

Del Zotto, per decisione del giudice, dovrà restare in una struttura psichiatrica per dieci anni e, fin quando non verrà individuata, resterà in carcere.Attenderemo le motivazioni della sentenza – ha continuato il legale – ad ogni modo i vari familiari tra loro sono in buoni rapporti, condividono la stessa casa, e di fatto non hanno nemmeno mai chiesto una perizia di parte per avanzare richieste di risarcimento di sorta“.

Fonte: Ansa.it

About Veronica Pozzi

Laurea Triennale in Servizio Sociale presso l'Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale. Laureanda magistrale in Management delle Politiche Sociali e dei Servizi Sociali presso l'Università degli Studi Roma 3.

Check Also

Morto Antonio Megalizzi, il giornalista italiano ucciso nella sparatoria a Strasburgo

I genitori di Antonio, la sorella Federica, la fidanzata Luana e tutta la famiglia chiedono il …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Facebook
Twitter
Instagram
Google+
RSS