Venezia, controlli anti-droga in una scuola: Fermata una professoressa

Venezia: I militari dell’Arma sono entrati in azione a seguito di un controllo sul territorio e hanno scoperto una professoressa in possesso di stupefacenti.

L’operazione anti-droga , chiamata “Scuole Sicure” è scattata in un istituto superiore della città

I carabinieri hanno segnalato alcuni studenti per uso di stupefacenti denunciando direttamente uno di loro per spaccio. Altri due sono stati sorpresi con una piccola quantità di droga ma nell’abitazione di uno dei ragazzi sono stati trovati 43 grammi di marijuana già suddivisa in dosi. Un quadro piuttosto chiaro che ha fatto dunque scattare la denuncia.

Il fatto che ha ancora di più dell’incredibile è che è stata fermata anche una professoressa, in possesso di una piccola dose. L’insegnante davanti all’evidenza non ha potuto fare a meno che arrendersi a quella che ormai era l’evidenza. La donna ha dichiarato che fa uso di hashish. Successivamente sono scattate le perquisizioni nell’appartamento della professoressa nel quale sono stati rinvenuti 0,7 grammi della medesima sostanza. Segnalata alla prefettura, potrebbe ora incorrere in altri provvedimenti personali.

I controlli continueranno a ‘spot’ anche nei prossimi giorni.

Oggi lo spaccio di droga e di altre sostanze stupefacenti sono all’ordine del giorno che rappresenta una vera e propria piaga per il nostro paese.

Fonte: Tgcom24.it

About Veronica Pozzi

Laurea Triennale in Servizio Sociale presso l'Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale. Laureanda magistrale in Management delle Politiche Sociali e dei Servizi Sociali presso l'Università degli Studi Roma 3.

Check Also

Sono passati 3 anni dall’attentato a Parigi. Il bilancio fu di 130 morti e 400 feriti

Sono già passati tre anni da quel 13 Novembre  in cui Parigi piombò in pochi …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Facebook
Twitter
Instagram
Google+
RSS