L’origine della giornata dedicata alle beffe: il Pesce d’Aprile

Da cosa proviene il “Pesce d’Aprile”? La nascita di questa ricorrenza ha origini lontane che risalgono addirittura alla Francia del XVI secolo, quando il calendario in uso prevedeva i festeggiamenti per il nuovo anno tra il 25 marzo e il 1° aprile, giorno, quest’ultimo, dedicato a banchetti, brindisi e scambi di doni.

Con l’avvento del calendario gregoriano il capodanno fu spostato al 1 di gennaio, ma la novità non fu immediatamente recepita da tutti: così coloro che, per ignoranza o per amore della tradizione, continuarono a festeggiare il primo Aprile, furono additati da tutti come sciocchi di aprile (in inglese la ricorrenza si chiama proprio April Fools’ Day, giorno degli sciocchi d’aprile).

Perchè il simbolo della giornata degli scherzi è un pesce?

Una spiegazione ci riporta indietro  a Cleopatra e alla burla da lei ideata ai danni dell’amante romano Marco Antonio durante una gara di pesca. Antonio, per non correre il rischio di una umiliante sconfitta, aveva incaricato uno schiavo di attaccargli di nascosto le prede all’amo, ma la Regina d’Egitto, scoperto l’inganno, fece attaccare all’amo un gigantesco pesce finto rivestito di pelle di coccodrillo.

Fonte: Focus.it

 

About Veronica Pozzi

Collaboratrice La242

Check Also

Titanic Live, debutta al Teatro degli Arcimboldi il 10 e l’11 maggio

Passano gli anni ma, Titanic , rimane una delle storie d’amore più belle di sempre. …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Facebook
Twitter
Instagram
Google+
RSS