Cacciatore di frodo calpestato da un elefante. Il suo corpo sbranato dai leoni.

Sembra una storia scritta dalla penna di un famoso scrittore e invece è la cruda verità.

Il detto latino ” Qui gladio ferit gladio perit” (chi di spada ferisce, di spada perisce) ha trovato la sua massima espressione in questa vicenda: un bracconiere impegnato in Sudafrica in una caccia illegale al rinoceronte nel Kruger Park, è stato travolto da un elefante ed è morto. Il suo cadavere è stato divorato da un branco di leoni. E’ questa la ricostruzione fatta dai ranger che hanno trovato i pochi resti e identificato l’uomo dopo che la sua famiglia, martedì, aveva dato l’allarme appena informata della tragedia dai quattro complici che partecipavano alla caccia di frodo.

Nel parco sudafricano, dove vivono tutti e cinque gli animali simbolo della natura selvaggia africana (elefante, rinoceronte, leone, leopardo e bufalo cafro), quella del bracconaggio continua a essere una piaga. I cacciatori di frodo cercano soprattutto il corno dei rinoceronti per il quale c’è sul mercato illegale una grande richiesta che viene principalmente dall’Asia

Fonte: Repubblica.it 

About Veronica Pozzi

Laurea Triennale in Servizio Sociale presso l'Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale. Laureata magistrale in Management delle Politiche Sociali e dei Servizi Sociali presso l'Università degli Studi Roma 3.

Check Also

Zambia, confessione shock di un’infermiera: “Scambiavo in culla i neonati per divertimento”

In 12 anni di lavoro come infermiera nel reparto Maternità dell’University Teaching Hospital di Lusaka, …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Facebook
Twitter
Instagram
Google+
RSS