Scandalo Onu, molestie e stalking . Accusato un funzionario italiano

Una donna di 28 anni ha denunciato di aver subito abusi sessuali e stalking da parte del responsabile italiano di un progetto Unido, l’organismo Onu che promuove lo sviluppo industriale.

Le Nazioni Unite hanno deciso di sospendere il funzionario dal suo incarico per evitare lo scandalo. I fatti risalirebbero all’estate scorsa e si sarebbero ripetuti in diversi Paesi tra cui Germania, Italia e Austria. L’Unido ha aperto un’istruttoria interna sul caso.

Come riporta il Corriere della Sera, il 37enne capo-progetti italiano avrebbe abusato anche di un’altra sua ex collaboratrice, la quale ha raccontato ai suoi superiori di aver vissuto episodi simili. Il coordinatore però nega tutto, parlando di “accuse assolutamente false, solo fango”.

Sarebbero 40 le organizzazioni umanitarie coinvolte negli scandali sessuali documentati da un report ufficiale delle Nazioni Unite e tenuto riservato per oltre dieci anni. Redatte nel 2001 dagli investigatori dell’Unhcr – l’Agenzia Onu per i Rifugiati e Save The Children, le 84 pagine di report giunte in copia al Times attestano i casi di sfruttamento sessuale da parte degli operatori umanitari.

Cibo, servizi e beni di prima necessità usati smerciati in cambio di abusi sessuali ai danni di donne e giovani rifugiati, anche minori. Come riportato dal Times, il documento ufficiale afferma che “cibo, petrolio, accesso all’educazione, rivestimenti di plastica venivano elargiti in cambio di prestazioni sessuali”.

Fonte: Tgcom24.it / IlGiornale.it

About Veronica Pozzi

Collaboratrice La242

Check Also

Pennsylvania, incendio in un asilo: muoiono cinque bambini

Disastro in Pennsylvania dove, a causa di un incendio, cinque bambini hanno perso la vita. …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Facebook
Twitter
Instagram
RSS