Scossa di magnitudo 6.8 in Grecia

Un’intensa scossa di terremoto, di magnitudo 6.8, ha colpito – durante la notte scorsa – poco prima delle due del mattino la costa occidentale del Peloponneso, in Grecia, causando una grande spavento ma, per fortuna, non c’è nessuna vittima. L’epicentro, è stato individuato nel mar Ionio, a pochi chilometri dall’’isola di Zante, ad una profondità di 14 chilometri.

La scossa di terremoto è stata avvertita anche in Italia causando paura in  Sicilia, Basilicata, Puglia e persino in Campania. Successivamente sono state eseguite delle verifiche che  hanno fatto registrare un lieve innalzamento del mare ad Otranto e a Gallipoli, ma senza alcuna conseguenza.

Oltre lo spavento del terremoto infatti è nata anche una “psicosi tsunami”  ma l’allerta è rientrata dopo che non si è manifestata nessuna onda anomala.

Dopo il terremoto  l’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia aveva consigliato di “stare lontani da coste e spiagge“; ma l’Istituto ha fatto sapere che “un’anomalia di circa 10 centimetri si è osservata al mareografo di Le Castella, in provincia di Crotone, che conferma l’allerta tsunami arancio per le coste ioniche italiane”.

Sono inoltre presenti delle scosse di assestamento.

Il portavoce della protezione civile Spyros Georgiou, afferma  : “Stiamo controllando tutti i villaggi dell’isola, dove ci sono vecchi edifici ” evidenziando che la mancanza di corrente elettrica non aiuta a rilevare le verifiche dei danni.

Fonte Ansa.it

About Veronica Pozzi

Laurea Triennale in Servizio Sociale presso l'Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale. Laureanda magistrale in Management delle Politiche Sociali e dei Servizi Sociali presso l'Università degli Studi Roma 3.

Check Also

Due fratelli travolti dal treno. Avevano problemi di dipendenza da alcol e droga

Incidente nei pressi della stazione ferroviaria di Domodossola, nel Verbano: un uomo è morto finendo …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Facebook
Twitter
Instagram
Google+
RSS