Tanzania, è aperta la caccia ai gay

Una settimana di tempo per scovare gli omosessuali e chiuderli in carcere a vita o almeno per 30 anni. Per la “caccia alle streghe” è stata istituita  una squadra speciale di sorveglianza che setaccerà i social network per individuare i “colpevoli”.

La politica repressiva del presidente John Magufuli, sta facendo ulteriori passi con il supporto di Paul Makonda, giovane governatore della regione di Dar es Salaam e membro del partito di governo Chama Cha Mapinduzi (CCM).

Secondo la legislazione del paese, agli articoli 154-157, in vigore dall’era coloniale,  si punisce l’omosessualità con una pena fino a 14 anni di prigione. Nel 2004 è stata introdotta una nuova legge che prolunga la prigionia fino a 25 anni.

Ancora oggi, nel 21esimo secolo, i gay fanno “paura”. Hanno subito persecuzioni di ogni tipo e in ogni periodo storico: basti pensare alle persecuzioni fascista,nazista e comunista.  Eppure i primi documenti riguardanti relazioni tra persone dello stesso sesso provengono dall’Antica Grecia, culla della civiltà e  patria della filosofia.

Tali rapporti non sostituivano in nessun modo il matrimonio tra uomo e donna, ma si verificavano prima e accanto ad esso. Un uomo maturo non avrebbe mai di solito avuto un compagno maschio maturo a l’uomo più anziano sarebbe stato di norma l’eratès (amante) di un giovane eromenos (amato).

Fonte: Tgcom24.it

About Veronica Pozzi

Collaboratrice La242

Check Also

Pennsylvania, incendio in un asilo: muoiono cinque bambini

Disastro in Pennsylvania dove, a causa di un incendio, cinque bambini hanno perso la vita. …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Facebook
Twitter
Instagram
RSS