Detrazioni figli a carico, nuovi requisiti: aumenta la soglia di reddito

Dal 1 gennaio 2019 aumenta il limite di reddito per beneficiare delle detrazione per i figli a carico. La novità, introdotta dalla legge di Bilancio 2018.

La nuova soglia è fissata a 4.000 euro e riguarda comunque solo i figli fino ai 24 anni di età. Per i figli di età superiore ai 24 anni e per tutti gli altri familiari il limite di reddito che fa uscire dallo stato di familiare a carico resta di 2.840,51 euro per anno di imposta.

Ogni contribuente che abbia dei familiari a proprio carico può godere di un beneficio fiscale al momento della dichiarazione annuale dei redditi. Sono considerati a carico: – il coniuge non legalmente ed effettivamente separato; – i figli anche adottivi, gli affidati; – gli altri familiari (genitori, generi, nuore, suoceri, fratelli e sorelle), a condizione che siano conviventi con il contribuente.

La detrazione è calcolata in base a scaglioni di reddito, con una formula facilmente rinvenibile nelle istruzioni ministeriali.
In quanto detrazione, l’importo determinato riduce l’IRPEF dovuta, ma non l’ addizionale regionale comunale, che restano pertanto invariate.

la detrazione compete a :Il  coniuge  è a carico se non è legalmente ed effettivamente separato, e la detrazione spetta nella misura massima di € 690,00.
La detrazione per figli a carico compete a ciascuno dei genitori nella misura del 50 % e non può essere ripartita liberamente fra i due soggetti.
E’ tuttavia previsto che, in caso di accordo, la detrazione possa essere attribuita, nella misura del 100 %, al coniuge con il reddito più elevato.

La massima detrazione prevista è di € 950,00 per ogni figlio, aumentata ad € 1220,00 per ogni figlio di età inferiore a 3 anni, di ulteriori € 400,00 in caso di figlio portatore  di handicap.

Fonte: QuiFinanza.it

About Veronica Pozzi

Laurea Triennale in Servizio Sociale presso l'Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale. Laureanda magistrale in Management delle Politiche Sociali e dei Servizi Sociali presso l'Università degli Studi Roma 3.

Check Also

Pensioni: 6 milioni di persone che vivono con meno di 1.000 euro al mese

Nel Monitoraggio sui flussi di pensionamento dell’Inps si evidenzia un calo drastico  per le nuove pensioni …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Facebook
Twitter
Instagram
Google+
RSS