Economia e Finanza: Poste Italiane sarà la “Banca del Popolo”?

Poste Italiane potrebbe essere il soggetto individuato dal governo per realizzare la cosiddetta banca del popolo, un istituto di credito a controllo pubblico per assistere famiglie e piccole e medie imprese.

Ipotizzando a questo riguardo l’ingresso di Poste Italiane nel capitale di MPS attraverso un aumento di capitale riservato a cui la società guidata da Matteo Del Fante aderirebbe tramite BancoPosta.

Un’ ipotesi che, lascia perplessi nella possibile realizzazione. BancoPosta, infatti, non è una banca e non essendo banca i conti correnti godono di regole diverse rispetto a quelli bancari. Per esempio la garanzia sui depositi è data al 100% dallo Stato italiano e non fino a 100 mila euro dal Fondo interbancario come per tutti gli istituti di credito.

A parte questi aspetti tecnici c’ è anche da vedere se Bruxelles possa accontentarsi di una soluzione del genere senza ritenerlo un aiuto di stato visto che Poste Italiane fa capo al 29,26% al Ministero dell’economia e per il 35% a Cdp.

Una cosa è certa, ogni qual volta nel settore pubblico c’è bisogno di reperire mezzi finanziari, vedi salvataggio Alitalia, si chiama in causa Poste Italiane, e questo non fa bene al titolo, che dai massimi ha già perso il 23%.

About Del Peschio Marco

Webmaster e Graphic Designer. Scrittore a tempo perso, moderatore di commenti e gestore pagine ufficiali social network per La242.tv

Check Also

La maggioranza dei giovani è senza lavoro. Risale la disoccupazione

Rispetto a settembre 2017 il tasso di disoccupazione è diminuito di 1,1 punti. Le persone …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Facebook
Twitter
Instagram
Google+
RSS