Il business a Bergamo ha fatto il botto nonostante fosse in calo: mezzo miliardo

Un business che supera ogni aspettativa per la Moda Lombarda, arrivando da Gennaio a Giugno ai 6,6 miliardi di export, lo sappiamo grazie ad un’attenta elaborazione della Camera di Commercio dei Milano Monza Brianza Lodi, su dati dei primi sei mesi del 2018 a confronto con quelli nel 2017. Milano è il pilastro portante con un 13,3% pari a sei mesi, quasi mezzo miliardo al mese. Firenze (2,9 miliardi), Vicenza (2,3 miliardi), Treviso (1,2 miliardi) e Prato (1,1 miliardi). Tra le prime 20 anche Como, 726 milioni, Bergamo e Varese con mezzo miliardo circa, Mantova e Brescia con 400 milioni. Il più alto però è Lodi +71%.

Se l’abbigliamento arriva ad un totale di 2 miliardi, le calzature e le borse raggiungono il picco, rispettivamente +12,2% e +14,2%. La Camera di Commercio di Milano Monza Brianza Lodi insieme a Promos (offre servizi personalizzati per le aziende che operano con l’estero), dice il vice presidente della Camera di commercio di Milano Monza Brianza Lodi Carlo Edoardo Valli, si impegnano a rafforzare le imprese del territorio, di posizionamento internazionale specialmente centrato su moda e designer che danno un valore aggiunto al Made in Italy.

Il Made in Italy sta avendo successo, guadagnando un certo peso sul mercato in paesi come Hong Kong, Singapore e Cina. Il settore della moda così diventerà ancora di più uno dei settori prioritari dell’export regionale e nazionale. Da Milano partono carichi pieni di voglia di farsi conoscere in direzione Stati Uniti con 466 milioni, Paesi dell’estremo oriente come, Hong Kong (380 milioni), Cina (363 milioni), Giappone (260 milioni). Anche la Corea del Sud è ad una buona posizione preceduta però da Francia e Svizzera. Dall’Italia la meta più vicina è la Francia seguita da Svizzera e Germania e Stati Uniti.

Cosa va di più e dove? I prodotti che arrivano a Milano, Brescia Monza e Brianza sono gli articoli di abbigliamento, i tessuti vanno molto a Como, altri prodotti per Bergamo, Cremona e Lecco. La maglieria va a Mantova, le borse e la pelle a Lodi e le calzature a Pavia. Il risultato migliore si registra nella categoria “Altri prodotti tessili” che ha generato un business di 181.203.325 euro.

 

Fonte: Bergamonews

About Sara Benvenuti

Giovane cameraman e assistente alla regia

Check Also

Una nuova capsule collection che vede unirsi H&M e Moschino

Sta per arrivare una capsule che tutti aspettano da diverso tempo. I negozi H&M ospiteranno …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Facebook
Twitter
Instagram
Google+
RSS