London Fashion Week: pellicce di animale al bando

La fashion week di Londra si focalizza sulla pelliccia, ma non si vedranno pellicce di animale, così è stato deciso dal sondaggio fatto dal British fashion Council (BFC), tra i partecipanti della sfilata. Questo tipo di scelta rifletterà sul cambiamento culturale che dà per le aziende di moda e per chi compra. La decisione presa, di non mettere più in vendita le pellicce di animale, rientra nell’iniziativa Moda Positiva, la quale da uno stimolo e una spinta in più alle maison a cambiare.

Di cosa si occupa la Positive Fashion? Si tratta di mettere insieme concetti-chiave come: sostenibilità del business in ambito sociale e ambientale cioè tenere tutti i lavoratori allo stesso livello per il rispetto di ogni persona che è diversa dagli altri, saper apprezzare il lavoro svolto e l’impegno che ogni dipendente ci mette dal preparare una modella alla capacità artigianale. Per premiare il grande lavoro svolto e che viene svolto quotidianamente, è stato fatto appositamente, il Queen Elizabeth II Award, un premio(ideato da una storica consulente personale del guardaroba della regina), che permette di distinguere per originalità e capacità, designer.

E’ stato consegnato per la prima volta alla LFW dalla Regina a Richard Quinn, stilista talentuoso inglese che debutta per la prima volta alla London Fashion Week, testimoniando la sua creatività con una visione che va da abiti a fiori da unire anche ad abiti leggeri.

Fonte: Guidominciotti.blog.ilsole24ore.com

About Sara Benvenuti

Giovane cameraman e assistente alla regia

Check Also

Una nuova capsule collection che vede unirsi H&M e Moschino

Sta per arrivare una capsule che tutti aspettano da diverso tempo. I negozi H&M ospiteranno …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Facebook
Twitter
Instagram
Google+
RSS