Artisti inglesi come Ed Sheeran, Sting hanno protestato contro la “Brexit”

L’uscita del Regno Unito dall’Unione Europea, chiamato anche “Brexit” è un problema per l’industria discografica inglese, per questo alcuni dei più noti artisti inglesi come: Ed Sheeran, Rita Ora, Sting, Roger Taylor, Damon Albarn hanno scritto una lettera alla premier Theresa May a controllare le trattative che potrebbero staccare il Regno Unito dall’Unione Europea. Le preoccupazioni salgono ancora di più sui probabili contraccolpi che potrebbero intaccare il business della musica.

Lo conferma il portavoce dell’iniziativa del Live Aid Bob Geldof, e tante altre operazioni benefiche, dove in un’intervista alla BBC conferma la stima che ha nei confronti del complesso giro d’affari dell’industria ai 94 miliardi di sterline, una cifra che mette agitazione tra gli artisti inglesi che potrebbero dover pagare lo scotto del referendum. Ma i cantanti in questa battaglia non sono da soli perché la preoccupazione sulla Brexit ha fatto smuovere anche personaggi influenti della musica come: Paul Simon e il direttore d’orchestra Simon Rattle.

Fonte: Vanity fair.it

About Sara Benvenuti

Giovane cameraman e assistente alla regia

Check Also

La doppia vita della cantautrice italiana Elisa

La cantante Elisa è anche ambasciatrice dell’Associazione Save the Children e per l’occasione la cantautrice …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Facebook
Twitter
Instagram
Google+
RSS